PAGINA DELL'ARTISTA IL SIGNOR DELAMARNE

-clicca per ingrandire

Il contrabbassista dell'altra parte Curriculum vitae delamarne

Volevo dirti ti amo

Segreto n. 4

SOVRAPPENSIERI. RESIDENZA DELAMARNE

Scorte esistenziali

Piedi di pane n. 5

Ho buio

Il mio blocco di scrittore

Napalm geographic N°1. l'adeguarsi dei complimenti.

Pulcinella. Cedesi alter ego per mancanza di utilizzo dello stesso

Donna imprigionata in una litote

 

Non mi ricordo il titolo

 

 

Biografia di scarso interesse:
delamarne è una bugia. delamarne è una scusa. delamarne è ciò che mi
caratterizza come anonimo.
io sono nato, ho una città natale, ho un’istruzione obbligata, dei sacramenti
conto terzi e una cultura standard, pacchiana, scolastica, televisiva e troppo
comune per essere autentica. delamarne nasce da questa consapevolezza. delamarne
è il mio arrendermi, delamarne è il mio volere essere me per quello che voglio
io.
delamarne non è mentire a me stesso, delamarne è una bugia, è il mio
nascondermi. è mentire.
delamarne infine è arte perché ho voluto che lo fosse.

Riguardo la mia pittura:
intro:
Sono sempre stato uno scrittore fin da quando ricordo. mi avvicinai alla pittura
da autodidatta e, comunque, non mi sono mai veramente avvicinato in quanto, come
ho detto, sono uno scrittore.
Ogni mio quadro è pensato e realizzato come una poesia, i miei dipinti nascono
tutti da idee. hanno nome e cognome. ogni mio quadro visto senza conoscere il
titolo può essere sia brutto che inutile. ogni mio quadro se visto dopo aver
letto il titolo, risulterà chiaro, non per presunzione, ma è che non sopporto di
"far interpretare", concepisco l'arte come comunicazione, quindi se dipingo è
per dire o rappresentare qualcosa, se lascio la possibilità di interpretazioni
diverse, il mio messaggio risulterà nullo, credo. Mi piace di pensare di far
nascere una riflessione altra. Non sul mio quadro ma sulla tematica/poetica.
Ad ogni modo in ogni mia mostra la gente ha dovuto leggere per vedere.
tecniche pittoriche:
La mia scelta dei colori è quasi sempre dovuta da una concezione sbagliata dei
ricordi, da una probabile incapacità di rapportarsi al reale per quello che
dovrebbe essere un ricordo e da una totale ossessività al mentire.

Supporti e attrezzi:
ad oggi ho un centinaio di quadri, tutti i dipinti sono su pannelli di legno o
plexiglass, alcuni su tela (costruite da me), comunque tutti sono materiali o
rubati, o trovati in strada (o cantieri, lo ammetto), cornici comprese, faccio
tutto io. e dipingo in genere con tempera, olio, colori fatti da me e lucido da
scarpe. fatto sta che non ho mai comprato niente per dipingere, o regali o
furti.
Expo:
•giugno 2006 : Collettiva presso l'Università di Urbino (erano i primi 5
quadri)
•marzo 2007 : Collettiva presso il Circolo Culturale A.C.L.I. di Urbino
•maggio 2007 : Collettiva presso il Circolo Culturale A.C.L.I. di Urbino
(35 artisti scelti da 7 nazioni europee)
•da settembre 2007 a settembre 2008 : una mostra al mese al centro
culturale di Urbino
•ottobre 2007 : Collettiva a Montbrison, France (progetto youth in action)
•novembre 2007 : personale a Camerino presso “l'Azul” centro universitario
•gennaio 2008 : in coppia col fotografo Leonardo Crociani a Fermo presso
il “Basquiat” sala concerti e expo
•marzo 2008 : in coppia col fotografo Leonardo Crociani a Civitanova
presso il “to be or” sala concerti e expo
•aprile 2008 : personale a Falconara presso il centro sociale cittadino
•marzo 2009 : Collettiva a Termoli presso il “Terminal Gardening” sala
expo
•aprile 2009 : Collettiva a Termoli presso il “Terminal Gardening” sala
expo
•giugno 2009 : Collettiva a Pesaro presso la Rocca Costanza per il
festival Light On
•settembre 2009 : Collettiva a Novilara per un progetto della scuola
d'arte Isia.
•maggio 2010 : Collettiva a Sant'Elpidio a Mare per il festival “Mayday”
•agosto 2010 : Collettiva a Pesaro per il festival “Giovedì in Giardino”
•agosto 2010 : in coppia col fotografo Leonardo Crociani a Maves (France)
per il festival “Village des arts”
•dicembre 2010: Collettiva a Tours (France) presso il “Petit Faucheux”
•ottobre 2011: esperimento Sant'Elpidio A Mare in un negozio. organizzata
dal collezionista Maik Paoletti all'insaputa del signor delamarne.

maggio 2012 : Collettiva a Sant'Elpidio a Mare per il terzo festival “Mayday Zentrum”
giugno 2012 : proiezione delle foto di circa un'ottantina dei quadri e di un cortometraggio
del signor delamarne a Portsmouth, Inghilterra, nel Kings Theatre durante
l'evento "italian day La Dolce Vita"

 

dicono di delamarne:


"Fabrizio Aschi vuol bene al sig. delamarne anche se lo ritiene un idiota."

(fabrizio aschi, musicista e uomo elegante, italia)


"ton site internet est super. Les photos, le siège et les toiles. Ma ta musique est terrible d'entendre... toujours."

(antonia schmuck, attrice e nutrizionista, germania)


"delamarne é un deficiente."

(silvia cuppini, critica d'arte, italia)


"tu sei al contrario."

(mirko sanna, grosso esperto di sport, sardegna)


"tu me rappelles ces acteurs grisonnants dans les vieux films en noir et blanc."

(gulcan arpaz, cuoca e viaggiatrice, turchia)


"please, don't die."

(sun hee, artist blogger, korea del sud)


"fucking crazy pazzo italiano."

(vasile flutur, attore, romania)


" mi sembri nu poeta ricchione du milleeottocientesz."

(antonio percoco, economista, italia)


" continui a portare scompiglio nei luoghi troppo seri e serietà tra i depravati?"
(davide lomma, regista, italia)

" se non esistesse delamarne l'umanita' sarebbe mediamente  piu' idiota "

( gianni riva - critico d'arte e d'altre cose varie )

Riguardo la mia pittura:
intro:
Sono sempre stato uno scrittore fin da quando ricordo. mi avvicinai alla pittura
da autodidatta e, comunque, non mi sono mai veramente avvicinato in quanto, come
ho detto, sono uno scrittore.
Ogni mio quadro è pensato e realizzato come una poesia, i miei dipinti nascono
tutti da idee. hanno nome e cognome. ogni mio quadro visto senza conoscere il
titolo può essere sia brutto che inutile. ogni mio quadro se visto dopo aver
letto il titolo, risulterà chiaro, non per presunzione, ma è che non sopporto di
"far interpretare", concepisco l'arte come comunicazione, quindi se dipingo è
per dire o rappresentare qualcosa, se lascio la possibilità di interpretazioni
diverse, il mio messaggio risulterà nullo, credo. Mi piace di pensare di far
nascere una riflessione altra. Non sul mio quadro ma sulla tematica/poetica.
Ad ogni modo in ogni mia mostra la gente ha dovuto leggere per vedere.
tecniche pittoriche:
La mia scelta dei colori è quasi sempre dovuta da una concezione sbagliata dei
ricordi, da una probabile incapacità di rapportarsi al reale per quello che
dovrebbe essere un ricordo e da una totale ossessività al mentire.

Supporti e attrezzi:
ad oggi ho un centinaio di quadri, tutti i dipinti sono su pannelli di legno o
plexiglass, alcuni su tela (costruite da me), comunque tutti sono materiali o
rubati, o trovati in strada (o cantieri, lo ammetto), cornici comprese, faccio
tutto io. e dipingo in genere con tempera, olio, colori fatti da me e lucido da
scarpe. fatto sta che non ho mai comprato niente per dipingere, o regali o
furti.
Expo:
•giugno 2006 : Collettiva presso l'Università di Urbino (erano i primi 5
quadri)
•marzo 2007 : Collettiva presso il Circolo Culturale A.C.L.I. di Urbino
•maggio 2007 : Collettiva presso il Circolo Culturale A.C.L.I. di Urbino
(35 artisti scelti da 7 nazioni europee)
•da settembre 2007 a settembre 2008 : una mostra al mese al centro
culturale di Urbino
•ottobre 2007 : Collettiva a Montbrison, France (progetto youth in action)
•novembre 2007 : personale a Camerino presso “l'Azul” centro universitario
•gennaio 2008 : in coppia col fotografo Leonardo Crociani a Fermo presso
il “Basquiat” sala concerti e expo
•marzo 2008 : in coppia col fotografo Leonardo Crociani a Civitanova
presso il “to be or” sala concerti e expo
•aprile 2008 : personale a Falconara presso il centro sociale cittadino
•marzo 2009 : Collettiva a Termoli presso il “Terminal Gardening” sala
expo
•aprile 2009 : Collettiva a Termoli presso il “Terminal Gardening” sala
expo
•giugno 2009 : Collettiva a Pesaro presso la Rocca Costanza per il
festival Light On
•settembre 2009 : Collettiva a Novilara per un progetto della scuola
d'arte Isia.
•maggio 2010 : Collettiva a Sant'Elpidio a Mare per il festival “Mayday”
•agosto 2010 : Collettiva a Pesaro per il festival “Giovedì in Giardino”
•agosto 2010 : in coppia col fotografo Leonardo Crociani a Maves (France)
per il festival “Village des arts”
•dicembre 2010: Collettiva a Tours (France) presso il “Petit Faucheux”
•ottobre 2011: esperimento Sant'Elpidio A Mare in un negozio. organizzata
dal collezionista Maik Paoletti all'insaputa del signor delamarne.

maggio 2012 : Collettiva a Sant'Elpidio a Mare per il terzo festival “Mayday Zentrum”
giugno 2012 : proiezione delle foto di circa un'ottantina dei quadri e di un cortometraggio del signor delamarne a Portsmouth, Inghilterra, nel Kings Theatre durante l'evento "italian day La Dolce Vita"