PAGINA DELL'ARTISTA CELESTINA SALEMI

-clicca per ingrandire

 
Italia con cancro  
   
   

 

Celestina Salemi nasce a Palermo il 17 Aprile del 1950 da Alessandro Salemi e Antonietta La Barbera, entrambi insegnanti elementari.

Conseguito il diploma di Maturità Artistica nel 1968, frequenta per un anno l’Accademia di Belle Arti di Palermo, lanciandosi in una breve ed intensa esperienza pittorica di stile pop. A tale fase di ricerca seguirà, con impegno e profitto, la frequenza del corso di laurea in architettura presso l’Università degli Studi di Palermo.

 Celestina Salemi vive e lavora a Palermo, sua città natale. Le sue opere sono specchio di un'emotività debordante e frutto di un percorso artistico insolito.
Esplorando a fondo le possibilità offerte dal mezzo pittorico, l’artista palermitana rinnova la tradizionale tecnica a olio e genera una pittura eterogenea, vibrante di simboli e colori forti: “i colori delà mia terra, i miei colori interiori”. I luoghi, i volti, le immagini classiche e personali che popolano il suo universo intimo, si ricompongono sulla tela con straordinaria vitalità. Gli oli dai colori intensi e irreali, gli audaci tagli prospettici, proiettano i soggetti ritratti in realtà oniriche. Gli elementi materici in rilievo servono ad accentuare l'impatto sull'osservatore. Nelle opera non vi è nulla di digitale, sensazione che si potrebbe avere alla prima visione di un suo dipinto. Solo un occhio attento e competente si renderà conto che il lavoro dell’artista è frutto di studio approfondito, di impegno tenace e di sperimentazione costante. Alle donne è da sempre stato accordato il diritto degli oggetti: che gli oggetti entrino nel dipinto allora, rendendolo altro da sé, come in un gioco. Materiali plastici, pietre dure, brillantini, foglia d’oro, pietrisco e vetri penetrino con la loro presenza materica, facendo vibrare o torturando la tela, donando alla pittura una vita più gaia, meno pretenziosa e una nuova leggerezza alla tecnica a olio che diventa così corporea e tangibile, non soltanto visibile ma palpabile.
Dott. Critica d’arte
Roberta Trapani

Numerose le pubblicazioni in riviste di settore, tra cui la pubblicazione in Nuovo Dossier, periodico d’informazione, anno V, n°16, (settembre-ottobre 2007), “La carica emotiva di Celestina Salemi” di Trapani Roberta.

 


Se per la ricerca quasi maniacale e spesso impietosa del dettaglio, nella rappresentazione del volto umano, la pittura di Celestina Salemi si accosta idealmente al realismo radicale di Daniela Montanari o di Vania Comoretti, la sperimentazione ludica di materiali eterocliti e la rielaborazione fantasiosa dei soggetti escludono qualsiasi classificazione. Esplorando a fondo le possibilità offerte dal mezzo pittorico, l’artista palermitana rinnova la tradizionale tecnica ad olio e genera una pittura ibrida, vibrante di simboli e colori forti: “i colori della mia terra, i miei colori interiori”. I luoghi, i volti, le immagini classiche e personali che popolano il suo universo intimo, si ricompongono sulla tela con straordinaria vitalità
Dott. Critica d’arte
Roberta Trapani

 

Primissimi piani a gessetto segnano l’ingresso di Celestina Salemi nel mondo dell’arte. All’inizio del proprio percorso (2004) l’artista palermitana indaga il mezzo pittorico per riappropriarsi della propria memoria. Ripercorre vecchie foto, istantanee di volti familiari. Sulla tela ne rielabora realisticamente i tratti somatici, ne restituisce lo sguardo, per poi immergere i soggetti in un’atmosfera di sospensione spazio-temporale grazie a sottili accorgimenti coloristici. Preminente nei dipinti di Celestina Salemi è, infatti, il colore, dapprima evanescente, poi sempre più denso, corposo, impregnato di risonanze emotive.
Negli oli di grande formato del periodo successivo (2008), il piano d’inquadratura si allarga, le composizioni diventano più articolate e complesse, singolari i tagli prospettici. Protagonista di gran parte di questi lavori è l’artista medesima, che si autoritrae o cela il proprio sguardo dietro volti femminili diversi, per rappresentare le fasi cangianti della propria anima. Tonalità di blu, colore prediletto da romantici e simbolisti, dominano spesso lo spazio, rivestendo a volte l’intero soggetto, mentre elementi simbolici arricchiscono la semantica dei dipinti. L’artista affianca alla rappresentazione realistica dell’oggetto-soggetto l’espressione del proprio “io”, servendosi di un linguaggio evocativo, ricco di corrispondenze tra mondo oggettivo e sensazioni soggettive.
In alcune opere di questo periodo più maturo emerge anche un immaginario insulare, mediterraneo: paesaggi marini, volti dai tratti marcati. La tavolozza si fa calda, luminosa, mentre frammenti di vetro e pietrisco si coagulano in spesse incrostazioni cromatiche. La ricchezza decorativa, l’attenzione ai dettagli e alla resa materica dei tessuti può richiamare una ritrattistica di gusto rococò, dinamizzata però dall’uso di oggetti comuni, talvolta deliberatamente kitsch, scelti per il loro potenziale evocativo o ludico, per seduzione o per gioco.
Con spirito ironico, Celestina Salemi rimescola le carte della tradizione ritrattistica, senza però rinunciare alla realtà né alle tecniche tradizionali. L’eclettismo della sua arte rivela rimandi colti e molteplici, che si armonizzano in un linguaggio nuovo e vibrante.
In opere più recenti, l’artista trova uno slancio nuovo, che la spinge da un lato a sperimentare tecniche nuove (per deformare, ad esempio, la tela), dall’altro ad aprire lo sguardo sui disagi della società e a fare della propria pittura un urlo di denuncia contro le contraddizioni di un’epoca (“Palermo muore”, 2010; “Italia con cancro”, 2011).

Dott. Critica d’arte
Roberta Trapani


 

PERSONALI

Palermo, Marsala (TP), Troina (EN)

COLLETTIVE

Taranto – Dublino – Berlino – Roma  – Monreale – Ferrara – Parma - Bologna – Bari – Acireale (ME) - Mistretta (ME) – Parga (Grecia) - Trappeto (CT) – Parigi – Berlino – Santhià (TO) - Osio Sotto (BG) - Castellammare del Golfo (TP) - Alcamo (TP) – Messina – Catanzaro – Brindisi – Bergamo – Roma - Mezzoiuso (PA) - Segesta (TP) - Petrosiono (TP) – Londra – Stoccolma – Tropea (VV) - Perugia

PREMI

1.       PREMIO CITTA DI STOCCOLMA City of Stockholm PrizeBellange Ateljè Galleri

       Org. Dall’Ass. Cult “Il Tempio” di Palermo 27 Settembre 2011: Attestato Di Merito

2.       PREMIO TROPEA PER L’ARTE  Accademia Internazionale dei Dioscuri 30 Ottobre 2011: Attestato Di Merito

3.      IV Edizione TROFEO PARGA 2011-  22 Agosto 2011 Grecia: Attestato Di Merito

4.      PREMIO PABLO PICASSO Aprile 2011 Palermo: Attestato Di Merito

5.      GRAN PREMIO UNITÀ D’ITALIA 2011 Acc. Int. Dioscuri 28 Maggio 2011 Palazzo       Barberini Roma : Attestato Di Merito                   

6.      PREMIO “ARTE IN PASSERELLA” 2 luglio 2011 Villa Malfitano Whitaker - Palermo: Attestato Di Merito

7.      “ GRAND PRIX INTERNATIONAL DE PARI” 6 Marzo 2010 Acc. Euromed. delle Arti: Attestato Di Merito

8.      PREMIO “GUGLIELMO II” 24 Aprile 2010 Monreale (PA) : Attestato Di Merito

9.      CONCORSO NAZIONALE “TOTA PULHCRA” Agosto 2010 Palermo Coppa Emiro Arte

10.   “1° CONCORSO NAZIONALE ARTE PAROLE E NOTE” “RicercArte” 29 Agosto 2010 Città di Alcamo (TP) II Classificata 

11.     “ARTE E CULTURA NEI LUOGHI DELLA MAGNA GRECIA” o7 Ottobre 2010 Acc. Int. Amici della Sapienza – Messina-Ass. Art Club Accademia – Catanzaro: Attestato Di Merito

12.    “4° PREMIO L’ERCOLE DI BRINDISI 2010” Ass. Cult. “L’isola Felice in Art. Taranto” 13 Novembre 2010 Brindisi Nomina ad Ambasciatrice dell’Arte del Mediterraneo

13.    VII CONC. INT. PITT. TROFEO G. B. MORONI “I COLORI DELLA MIA TERRA” Diploma Di Merito 27 Novembre 2010 Bergamo

14.    “PREMIO NATALE IN ARTE” 11 Dicembre 2010 “Il Tempio” Palermo: Attestato Di Merito

15.    CONCORSO “UN GRIDO DI DOLORE?” Ass. per Emanuele Teresi Onlus

       23 Dicembre  2010 Castel di Lucio (ME) Medaglia

OPERE ACQUISITE NEI MUSEI

“XXII STAZIONE”  Museo Civico Sciortino, il Compl.  Mon. Guglielmo II - P.za Guglielmo – Monreale

“FAVUS CARITATIS”  Seminario Diocesano – Monreale

“L’ABBRACCIO” Curia Arcivescovile di Monreale

PUBBLICAZIONI

 “CARMINA BACCHANALIA” VII cenacolo di poesia e pinacoteca itinerante “nastro azzurro” 11 novembre 2007

“NUOVO DOSSIER” rivista di divulgazione nazionale anno v – n°16   settembre – ottobre 2007:

la carica emotiva di Celestina Salemi di ROBERTA TRAPANI.

-“ANTEPRIMA” magazine di cultura, turismo e spettacolo anno III numero VI  dicembre 2008 “frammenti dell’essere”  della Dott. critica d’arte ROBERTA TRAPANI

 “GIORNALE DI SICILIA” quotidiano d’informazione 28 novembre 2009

AVANGUARDIE  ARTISTICHE INTERNAZIONAL 2010 e ANNUARIO Del Centro Diff.Arte Editore

BOÈ PROMOTORE DI CREATIVITÀ  periodico bimestrale di informazione artistica e culturale: anno VII-n°4 Luglio-Agosto 2010 anno, anno VII-n°3 Maggio-Giugno 2010, ecc.. EFFETTO ARTE periodico bimestrale d’arte e cultura anno 1° n°3 maggio-giugno 2011 diretto Da PAOLO LEVI

C.A.I. CENSIMENTO ARTISTICO ITALIANO 2010 Centro Diffusione Arte Editore – "CALENDA 2011"

MONREALE RACCOLTA D’ARTE CONTEMPORANEA curata da PAOLO LEVI  – INTERNAZIONAL  “URBIS ET ARTIS” bimestrale di cultura e attualità n°4-5 2011 –

ARTE MONDADORI periodico bimestrale di informazione artistica e culturale Novembre-Dicembre 2011

"CALENDA 2012"

HANNO SCRITTO DI LEI

Dott. Critici d’Arte: ROBERTA TRAPANI, PAOLO LEVI, DANIELE RADINI TEDESCHI, NADIN GIOVE, ANNAMARIA RUTA, ANNA FRANCESCA BIONDOLILLO, MARIA TERESA PRESTIGICOMO; dott. scrittori giornalisti: FRANCESCO SCORSONE, MELANIA MERLO, A. M. STORTI;  Docente Acc. Belle Arti Palermo: FRANCO NOCERA.