PAGINA DELL'ARTISTA CLAUDIO SCANDURA

-clicca per ingrandire

Acqua alta a Piazza San Marco

Rio dei Carmini

            

Inizia la carriera artistica a diciannove anni lavorando ad olio su lastrine di vetro. Col trascorrere dei mesi inizia a studiare gli artisti del passato e il loro modo di lavorare e così decide di sperimentare la pittura su tela. Nel 1991 Scandura espone per la prima volta in una Mostra d’Arte e inizia a farsi conoscere come artista e a far conoscere il proprio modo di fare Arte.

Da questo momento Scandura sarà sempre presente nel panorama artistico italiano e sue opere verranno custodite in collezioni pubbliche e private. Nelle sue opere sono impressi campi da golf, tavoli da biliardo, interni, istanti di vita quotidiana, e su tutti scorci di Venezia il tutto con colorazioni pulite che donano effetti di grande realismo e armonia perché realizzate con tutto l’impegno del classicismo in un contesto di modernità. All’osservatore non rimane che entrare nelle scene ritratte e coglierne la giusta chiave di lettura.

Nel 2005 Scandura entra a far parte dell’Associazione Artistica «Gli Argonauti» di Catania.

Nel 2006 conosce la Dott.ssa Didi Cutrufo, critico d’Arte, responsabile dello Studio di Selezione e Sviluppo Artistico «Arte C’è» di Milano, che gli commissiona alcuni lavori e con cui espone all’estero.

Lo stesso anno comincia la collaborazione col Centro Diffusione Arte di Palermo con cui parteciperà a diversi eventi sia in Italia che all’estero. L’artista ha partecipato ad eventi e suoi lavori sono stato pubblicati su riviste specializzate d’Arte, Annuari (“Acca in arte”, “Avanguardie Artistiche”, “Art Now”, “I Grandi Maestri”, “Top Selection”), e Libri d’Arte.

 

PREMI

Premio Dramatis Personae, Milano 2016;

Marco Polo International Prize, Venezia 2015;

Premio Guglielmo II, Città di Monreale 2015;

Premio Arte Catania, 2014;

Premio Capitolium 2014, Roma 2014;

Premio Capitolium 2013, Roma 2013;

Premio Leone dei Dogi, Venezia 2013;

Premio Gondola per l’Arte, Venezia 2012;

Premio città di Savona 1a ed, 2010;

Premio Internazionale “Renè Magritte”, Bruxelles 2009;

Premio Internazionale “L’Ercole di Brindisi”, 2007;

Le più rilevanti partecipazioni degli ultimi anni:

ü      Premio “Dramatis Personae”, Castel dell’Ovo, Napoli 2016;

ü      Premio “Dramatis Personae”, Spazio E (ex Atelier Chagall), Milano 2015;

ü      L’isola che c’è… I selezionati, Teatro Politeama, Palermo 2015

ü      Premio Internazionale della Cultura, Villa Castelnuovo, Palermo 2015;

ü      L’isola che c’è, Villa Castelnuovo, Palermo 2015;

ü      Marco Polo International Prize, Palazzo Marin, Venezia 2015;

ü      Terra, EXPO 2015, Museo dell’Energia Milano, 2015;

ü      Premio Guglielmo II, Città di Monreale, 2015;

ü      Wunderkammer, 50 Artists in the wonder-room, 2° Biennale Internazionale d’Arte, Palermo 2015;

ü      Premio Arte Catania 1a ed., Museo d’Arte interdisciplinare, Catania 2014;

ü      Spoleto ARTE incontra Venezia a cura di Vittorio Sgarbi, Palazzo Rota-Ivancich, Venezia 2014;

ü      Terra, Aria, Fuoco, Acqua, Impatto del “Cantico delle creature” sull’uomo moderno, Centro d’Arte San Vidal, Campo San Zaccaria, Venezia 2014;

ü      Premio Capitolium 2014, Galleria Agostiniana, Roma 2014;

ü      Emozioni d’Arte, Galleria AmArt, Bruxelles2014;

ü      Terra, Aria, Fuoco, Acqua, Impatto del “Cantico delle creature” sull’uomo moderno, Pinacoteca d’Arte Moderna “Le Porte”, Napoli 2014;

ü      Terra, Aria, Fuoco, Acqua, Impatto del “Cantico delle creature” sull’uomo moderno, Galleria La Pigna (sede UCAI), Roma 2014;

ü      Natale a Napoli 2013, Galleria d’Arte Chiatamone 57, Napoli 2013;

ü      Arte Capri 2013, Galleria d’Arte Anacapri, Anacapri 2013;

ü      Premio Capitolium 2013, Galleria Agostiniana, Roma 2013;

ü      Dialogando con la Biennale, Centro d’Arte San Vidal, Campo San Zaccaria, Venezia 2013;

ü      Emozioni d’Arte, Galèrie Thuillier, Parigi 2013;

ü      Festival delle Belle Arti e della Cultura del XXI secolo, Museo Bellini, Firenze 2013;

ü      Premio Leone dei Dogi, Hotel Amadeus, Venezia 2013;

ü      1° Biennale Internazionale d’Arte, Palermo 2013;

ü      Premio Il Segno, Palazzo Zenobio, Venezia 2012;

ü      Premio Gondola per l’Arte, Hotel Amadeus, Venezia 2012;

ü      Arte in tricolore, “Arte Città Amica”, Torino 2011

ü      “Venezia con la maschera”, Maciac Art Gallery, Venezia 2011;

ü      Premio città di Savona 1a ed., Movimento Arte XXI secolo, 2010;

ü      “Agrigento Arte” Segnali del tempo, Mostra mercato d’Arte contemporanea, 2010;

ü      Incontro d’Arte e Cultura nei luoghi della Magna Grecia, Donnafugata (me) 2010;

ü      Premio Internazionale di pittura scultura e grafica, Città di New York 2010;

ü      Premio Internazionale “Renè Magritte”, Galleria d’Arte AmArt, Bruxelles 2009;

ü      3° Premio Internazionale di pittura scultura e grafica, Palermo 2008;

ü      Contemporanea “Trofeo Eiffel”, “Arte Città Amica” Torino 2008;

ü      “Trofeo Eiffel” Internazionale di pittura scultura e grafica, Parigi 2007;

ü      Premio “Targa città di Taormina”, Le Naumachie Taormina 2007;

ü      Premio Internazionale “L’Ercole di Brindisi”, Brindisi 2007;

ü      Taormina Luglio Expo, Le Naumachie Taormina 2007;

ü      Concorso ComunicArte luxury, Milano 2007;

ü      Collettiva d’Arte Avanguardie artistiche, “Il Tempio” Palermo 2007;

ü      Arteria 2007, Feira de Arte contemporanea de Monzòn- Huesca 2007;

ü      “Agrigento Arte” Segnali del tempo, Mostra mercato d’Arte contemporanea, 2007;

ü      Internationale Messe für zeitgenössische Kunst, International Fair for Contemporary Art, Innsbruck 2007;

ü      2° Premio Internazionale di pittura, scultura e grafica, Galleria “Il Tempio” Palermo 2006;

ü      Kunstmesse Zeitgenössische Bildende Kunst Mostra Internazionale d’Arte, Mode & Eventcenter Bergheim, Salzburg 2006;

ü      Concorso Internazionale di Pittura e Grafica “Il gioco nell’Arte”, Sanremo 2006;

ü      Premio Internazionale d’Arte “Giovanni Olindo” S. Stefano Belbo (cn), 2006;

ü      Premio Internazionale d’arte visiva “Taormina”, Palazzo Corvaja Taormina 2006;

ü      “Salon des artistes a Paris”, Espace Sain-Martin, Parigi 2006;

ü      “Apantè”, Mostra Internazionale d’Arte moderna e contemporanea, Giardini Naxos 2006

 

CRITICA

Artista amante del disegno nella sua definizione più pura, è palesemente supportato, in questa resa eccelsa e precisa, da un colore puro, intenso e brillante. Il lavoro di Claudio Scandura, pittore realista che mira all’iperreale, mostra un’indiscutibile perizia tecnica e una eleganza compositiva impareggiabili. La sua arte parla di uomini e donne, di momenti di vita, ma nel farlo trascende la realtà e la proietta in una dimensione ideale attraverso una tecnica prodigiosa e sapiente. La luce più che provenire dall’esterno, sembra impastata coi colori stessi e i suoi personaggi godono, come gli astri, di luce propria. La bravura imitativa e l’abilità manuale sono tali da consentire una perfetta riproducibilità dell’oggetto. Una pittura contemporanea non solo nei soggetti, ma anche nelle atmosfere e nell’intensità.

                                                                                                          Josè Van Roy Dalì

 

La raffinatezza del segno e l’elevato valore che attribuisce al colore, rendono Scandura uno dei migliori Maestri figurativi italiani. Il suo è un “affermare” su tela. Le sue opere narrano sempre una storia. Sta all’astante saperla ascoltare e interpretare al meglio. L’elevata raffinatezza del suo linguaggio ci dimostra che ancora la figurazione è la strada giusta per il successo.

Dott. Salvatore Russo (Critico d’arte)

 

La forza espressiva di Claudio Scandura trova suo nutrimento in un universo pittorico scaturito dal riflesso della sua carica emotiva. Le sue vedute veneziane si impongono alla fruizione nell’attimo fuggente del suo tato d’animo. Le immagini delle opere ci attraggono per quella suggestiva atmosfera di cui è intrisa la trama del soggetto trattato. Luci e ombre si riflettono sulle tele creando incantevoli visioni di canali e vedute veneziane che rapiscono lo spettatore coinvolgendolo a godere del poetico scenario. Sicuramente l’Artista è stato sempre affascinato dall’Arte e la pittura per lui è una forza interiore a cui non può sottrarsi, ma che diviene esigenza per manifestare i suoi afflati dinnanzi la bellezza della natura. Una tavolozza di vibranti cromie dona spessore alle liriche tematiche da cui emerge l’eccellente valenza artistica. La pennellata carica di sensualità trasmette alle visioni il virtuoso estro espressivo. Quindi ottimo linguaggio pittorico, frutto di una padronanza dei mezzi della tecnica e della continua ricerca dell’incanto nell’immediato contatto emozionale con la realtà, vissuta e traslata sulla tela con ammirabile talento artistico.

Prof.ssa A. Francesca Biondolillo