PAGINA DELL'ARTISTA ANNAMARIA ADESSI

licca per ingrandire

 
Tempesta vikinga  
 

 

   
 

 

 

 

Annamaria Adessi  Nata a Trento, 17 aprile 1950 vive a Trento. Si è diplomata presso l’Istituto d’arte Alessandro Vittoria di Trento conseguendo poi la laurea in Sociologia presso l’università di Trento. Sposata e madre di due figli. Dopo aver superato un corso abilitante all’insegnamento di Educazione artistica si è dedicata all’insegnamento  in varie scuole statali e private dal 1978 al 31 agosto 2011, data del pensionamento.

La sua produzione artistica è stilisticamente eclettica, opponendosi  a quella sorta di “coazione a ripetere” che  induce a stilemi autoimposti capaci sì di connotare l’opera di un artista, di renderlo distinguibile dagli altri,  ma  che per lei significherebbe l’asservimento della sua libertà creativa: a esigenze di coerenza tecnica. Parafrasando Max Stirner, si può dire che “le sue opere appartengono a lei e non è lei  ad appartenere alle sue  opere“ da cui consegue che se in queste si può ravvisare uno stile qualsiasi, ovvero un forma costante dell'arte di un individuo, la sua radice va cercata nell’inconscio dell’autrice  ma non nella  sua  volontà.

 

 

Esposizioni

Ha esposto per la prima volta  alla 3^ biennale di pittura e grafica della Valle dei laghi (1977) ottenendo il primo premio fuori concorso per la grafica con l’opera “ L’orecchio di Dioniso”. Pur avendo partecipato a poche mostre ha comunque prodotto una serie di opere, mai pubblicate, di tipo prevalentemente grafico . Per impegni famigliari dal  1983 fino all’anno di pensionamento ha notevolmente ridotto l’attività di produzione artistica. Dopo questo evento ha ripreso con maggior vigore  l’attività  artistica , dedicandosi , rispetto alla fase precedente, maggiormente alla pittura su tela e partecipando a varie mostre specie nell’ambito dell’Associazione “Spazio Eventart” di Pergine Valsugana (Tn) (www.spazioeventart.com)

Anni ’70:
·  3^ biennale di pittura e grafica della Valle dei Laghi (1977) ottenendo il primo premio fuori concorso per la grafica con l’opera “L’orecchio di Dioniso”.
·  Mostra Valle dei laghi (1979)
·  Collettiva organizzata dalla rivista Arcobaleno a Trento nel palazzo della Regione.
·  Disegno di tavole a colori (figure femminili vestite con costumi popolari) per  l’opera “Proverbi del Trentino” dell’etnologo Umberto Raffaelli (Giunti –Martello editore 1981).
·  Realizzazione della vetrata dedicata a Don Bosco nella scuola media “Maria Ausiliatrice” di Trento.
 

Nel 2012:
·  IV edizione del premio "Chimera Arte Arezzo", Arezzo.
·  Mostra coll. “la Maternità” presso la casa degli artisti ‘Giacomo Vittone’ a Canale di Tenno.
·  Mostra coll. “Giallo autunno d’artista” presso Spazio Eventart Pergine Valsugana.


  Nel 2013:
·  Mostra coll. “Linee d’arte”, Studio d’arte Mes 3, Livorno.
·  Mostra coll. “Parlare alle stelle”, Palazzo Maffei Lavis.
·  Mostra coll. “Disordine creativo”, Palazzo Thun-Torre Mirana, Trento.
·  Mostra coll. “Arte Sos”, Spazio Eventart, Pergine Valsugana.
·  Mostra coll. “Little Art”, WeartGallery Coilombo, S. Uboldo Varese.

Nel 2014:

·  Mostra coll. “Sogni…Ricordi”, Spazio Eventart, Pergine Valsugana.

·  Mostra (personale flash) “Poker d’arte 2”, Spazio Eventart, Pergine Valsugana

·  Mostra coll. “Pensare globale agire locale” esposizione al X congresso Uilp Trentino, Trento

·  Mostra coll. “Linee d’arte - incontri e confronti”, Spazio Eventart, Pergine Valsugana

·  Mostra  coll. “World Wide Art a 360°”, Associazione Hortus Artieri, Trento

·  Mostra coll.  “Black & white” , Spazio Eventart, Pergine Valsugana

·  Fiera arte contemporanea,  Forlì

·  Mostra coll. “No War”, Lavarone.

Nel 2015

·  Mostra coll. “ Artisti in simultanea”,  galleria Spazi d’arte, Firenze

·  Arte Cremona, Fiera d’arte moderna e contemporanea, Cremona

·  Mostra coll. “Italy Art Tokyo”   presso la  Minato Gallery di Yokohama/Tokyo e la MAF Gallery, Forlì 

·  Mostra coll.  “Insieme d’arte”,  Galleria “Spoleto arte”, Spoleto

·  Rassegna “Trofeo artista dell’anno 2015”,  hotel Miramare Cesenatico (    organizzata da Artexpò gallery)  Cesenatico

·  X Gran Premio città di Savona “Fantasie dipinte”,  on line giugno           2015,  Arte  del XXI secolo      

·   Mostra coll.“I volti di Maria”  presso Abbazia di Santa Maria di  Follina (TV)

·  Mostre coll. “grand tour internazionale dell’arte” a San Pietroburgo, Mosca, Volgograd ( ex Stalingrado) organizzato da Associazione Internazionale dell’Arte- Spoleto

·  Mostra coll. “Su il Sipario” , Galleria MAF, Forlì

·  Mostra coll. Eventartgroup, Pergine Valsugana

Nel 2016

·  Premio artistico Contea di Ceneda e Tarzo (Tarzo)

Giudizi  critici

La critica  e curatrice d’arte Roberta  Mezzadra  (Mostra  Linee d’arte Incontri-confronti)   in cui sono state esposte tre  opereHydra esacefala dai volti umani  -  Lacrime Siberiane-   Sguardi dal/sul mondo   durante l’intervista  a lei dedicata l’ ha definita    “artista di grande sensibilità cromatica… traduttrice  dell’emotività pura, sa toccare le corde le forze dell’interiorità e dell’immaginazione ma soprattutto .. è  pure psicologa…  è molto  brava, molto promettente e molto intensa”   -A  proposito del quadro  “Lacrime siberiane”   si è espressa  in questi termini :“un’opera di questo tipo  è la   rappresentazione, la quintessenza  dell’arte   iconografica ,  dell’arte primordiale, dove questa ricerca … immagini, sogni, paure,   figurazioni che non sono figurazioni… moti,   stati d’animo , contrasti  e veramente una pacificazione sua  malgrado nel colore  .Un’opera bellissima, di grande raffinatezza , come dicevo poc’anzi, ma   di grande concettualizzazione.   …

La rivista  d’arte Biancoscuro si è così espressa: “ le porgiamo i nostri complimenti da parte del Consiglio Critico, che ha ben valutato la sua arte, densa di originalità e di spinta creativa.. “

Il  critico d’arte, Prof. Aldo Maria Pero in occasione del concorso  on line “Fantasie dipinte”  ha scritto:  “ La trentina Annamaria Adessi….dopo essersi dedicata agli esordi soprattutto alla grafica, oggi il suo principale interesse è  costituito dalla pittura .. nella quale evidenzia il desiderio di sottrarsi alla schiavitù  di uno stile predeterminato rivendicando la possibilità' di dipingere secondo ispirazione. In effetti il suo lavoro si affranca ad ogni etichetta e presenta un notevole eclettismo realizzativo. Tele figurative si alternano cosi', spesso con risultati notevoli, ad altre astratte, informali o simboliche, come avviene con " La rottura del vaso di Pandora genera un mondo "cagnetto" " nel quale si verifica la fusione di un elemento grafico, l'elegante vaso azzurro, con la sua scomposizione informale all'interno, dove un cagnolino giustifica il titolo: tradizionalmente la rottura del vaso di Pandora crea problemi, in questo caso dando vita ad un mondo cane ma non troppo”.  Nel  relativo certificato di merito artistico così si esprime: “ Un quadro che rappresenta due momenti successivi: la ellenica linearità della Grecia Classica e il caos generato dalla violazione dell’armonia divina. Opera singolare che esalta il contrasto ricorrendo a differenti stili esecutivi. Nella presentazione  dell’artista In occasione della sua iscrizione all’associazione arte del xxi secolo  il prof. Aldo Pero  l’ha  così accolta : “vogliamo elogiare la sua duplice virtù artistica, fatta di poetiche ed alate visioni tradotte in immagini affidate ad uno stile visionario”  riconoscendole una  “gradevole fantasia creativa

La Galleria ArtExpertise ,  di Firenze nell’invitarmi a partecipare alla mostra “ CONCETTUALE. PENSIERO E RIFLESSIONE “   (cui non ho potuto partecipare)ha così motivato  l’invito: Alla base della ricerca artistica contemporanea, nel tentativo di rompere gli schemi più tradizionali e standardizzati, sta una ricerca che parte da basi sempre più concettuali per poi liberarsi in itinere durante il procedimento creativo. Opere come “Elevazione”, “Seduzione Tecnologica” o “Omaggio a Plinio il Vecchio” rispecchiano perfettamente il messaggio che la mostra vorrebbe trasmettere all’occhio dell’osservatore. 

Nell’ambito  del “ Trofeo artista dell’anno 2015 “ organizzato  all’Hotel Miramare e  Bristol di  Cesenatico  da ArtExpò Gallery ” è stato espresso questo giudizio  a proposito delle opere “ Sovrapposizioni “ e “L’araba fenice rinasce come rapace”:  “Originali interpretazioni pittoriche tradotte con intensa e rinnovata emozione. L’innesto materico raffigura     ogni sua interiorità, traendo spunto dallo stile figurativo, per plasmarlo col suo messaggio pittorico, ricco di percezioni  oniriche”

 Claudio Cavalieri,  presidente dell’Associazione Spazio Eventart- arte totale,  nell’occasione in cui  ha partecipato alla  “personale flash”  ha scritto:   ha un’impronta sperimentatrice…. ….sperimentazioni astratte e di trasformazione della realtà tramite forme- colori e segni “