PAGINA DELL'ARTISTA SYLVIA GIRO

-clicca per ingrandire

 

Ritratto di donna  quasi un autoritratto

 

Silvia Maria Teresa Giro, in arte Sylvia Giro, è nata a Milano dove vive e lavora. Fin da giovane ha dimostrato passione per il disegno e per l'Arte. Il suo primo quadretto ad olio lo ha dipinto a Bormio durante le vacanze estive.

E' stata autodidatta fino al 1968 data della sua prima volta in pubblico su selezione al 6° Premio di Pittura Città di Cairo Montenotte (SV) dove ha esposto il quadro Rudere del Castello del Carretto. Quadro poi donato per beneficenza  alla Lega Italiana per la Lotta Contro i Tumori durante una mostra collettiva al circolo "Au petit Paris" di Milano. Ha proseguito i suoi studi artistici all' Accademia di Belle Arti di Brera alla Scuola Artefici sotto la guida dei Prof. Sponziello e Oldani e per un anno ha frequentato anche la Scuola del nudo sempre a Brera. Dal 2006 frequenta regolarmente il triennio del corso di pittura dell’Accademia di Belle Arti di Brera sotto la guida del Prof. Ignazio Gadaleta.

Nel 2012 ha brillantemente conseguito il diploma di laurea al Dipartimento di Arti Visive, Corso di Pittura 1° livello, con la votazione di 110 e lode, coronando il sogno della sua vita.

Dal gennaio 2007 ha aperto uno Studio/Atelier con Esposizione permanente a Milano, in viale Monza 294 dove, fissando un appuntamento, è possibile ammirare il suo completo percorso artistico.

Ha iniziato ispirandosi all’Impressionismo francese ed è poi passata, lavorando solo con la spatola, al “Fauve” con l’utilizzo di colori molto vivaci; successivamente i suoi lavori si sono orientati all’Espressionismo figurativo. Nell’anno 2008 è passata all’Espressionismo astratto con “ACTION PAINTING”, un dripping a smalto e oro con uno stile assolutamente unico e personale che utilizza una tecnica mista unita ad un materiale da lei ideato e la cui composizione è segreta.

Ha portato avanti la sua passione per l'Arte con un'altra attività nell'azienda di famiglia. Dal 1987 è membro dell'associazione Lions Clubs Internationals Distretto 108-IB4, è stata presente fino al 2006 nel Club Milano Ca' Granda Europa dove ha ricoperto prestigiose cariche e donato sue opere a fini benefici trasferendosi poi nel Club Milano C. Porta San Babila. Nella sua lunga attività artistica ha partecipato ad importanti Mostre e Concorsi in Italia ed all'Estero ottenendo ovunque ambiti riconoscimenti tra i quali “Bronzi di Riace” della Comunità Europea (2002) ed il Premio Internazionale “Art Majeur Silver Award 2009”.

 

 

L’UNIVERSO AUREO DI SYLVIA GIRO

Recensione critica  a cura di Sabrina Falzone

Soggiogato dal movimento ed enfatizzato dal colore, nella ricerca artistica di Sylvia Giro  il segno elude la realtà in nome di una suprema esigenza catartica. 
Congedata la rappresentazione figurativa, l’artista milanese si orienta verso un lirismo pittorico dallo stile quantomai personale. Rivisitato ed interiorizzato, 
il linguaggio artistico di Sylvia Giro trae ispirazione dall’Action Painting, rintracciando le proprie muse nelle esperienze di vita, in particolar modo in una profonda 
riflessione sul dolore. E’ in tal senso che il segno appare liberatorio e carico d’impeto sulla tela.
L’urgenza comunicativa che traspare dalla rapidità d’esecuzione rivela un carisma energico e reattivo. Contraddistinta da una spontaneità pittorica, infatti, 
la produzione artistica di Sylvia Giro riverbera di un cromatismo raffinato e luminoso. L’emozionalità della luce è suggerita da un impiego singolare dell’oro, 
metafora di attesa e speranza.
Lo stile dell’autrice si muove sapientemente sul territorio dell’astrattismo e del dripping con un rinnovato approccio teoretico,  pertanto può essere considerato 
un nuovo modus pingendi dell’era contemporanea.