PAGINA DELL'ARTISTA VETURIA MANNI

licca per ingrandire

 
Le vie di fuga  

 

Veturia Manni è nata a Sezze (LT)

Ha conseguito la laurea al DAMS presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Bologna, con una tesi in Sociologia con l'insegnamento ."Comunicazioni di Massa" : La società dell'informazione e le innovazioni tecnologiche nel campo delle comunicazioni di massa-Risvolti sociali, culturali, ed economici". Relatore Chiar.mo Prof. Roberto Grandi.

Già da adolescenziale ha avuto una forte passione per il disegno e l'immagine.

Ha frequentato la Facoltà di Architettura, a Valle Giulia, Roma.

La sua passione per il cinema e le immagini l'hanno portata a frequentare il corso di Montaggio Cinematografico e Digitale a Roma .

Per molti anni, ha lavorato in ambiti diversi, coltivando sempre la sua passione per l'arte e le immagini.

Non ha mai trascurato il suo interesse per le dinamiche sociali, cercando di capirne e studiarne a fondo i meccanismi, è stata la vita, la casualità a riportarla nel mondo della creatività, passione coltivata a livello personale.

Ha creato ed ideato un marchio: "gioiellixcaso" gioielli d'arte contemporanea, nati dall'insieme di materiali riciclati, resina, metalli ,pietre preziose e semi preziose.

Pezzi unici che sprigionano colore ed energia, quella che Veturia ha sempre custodito dentro e che non ha saputo trattenere.

Con le sue opere Veturia, cerca di fermare il tempo, che sia un gioiello .una fotografia, un quadro, sperimentando nuove forme d'arte, attingendo sempre a materiali innovativi, come il neon le resine, ed in fine le "garze" che rappresentano la sua trasformazione ed una nuova consapevolezza artistica...

 

Veturia Manni. Attimi Fermati: tra Pop e mitologie urbane

Veturia Manni attualmente vive e lavora a Latina. Il suo percorso complesso e variegato, inizia negli anni ’70 a Bologna, dove si Laurea in DAMS Spettacolo. Cinema, fotografia, architettura e pittura si fondono insieme, per dare vita a creazioni singolari, legate al mondo reale, ricche di un significato profondo ed intimo, incessantemente alla ricerca di attimi fuggenti che cercano la sorpresa, l’emozione in uno scatto fotografico. Parte dalla fotografia, fermando diversi attimi di vita come elementi architettonici, spazi dismessi, luoghi e persone, e tutto ciò che la incuriosisce, in una sintesi di poesia e narrazione ed una piacevole connessione tra soggettività-oggettività. Partendo da un progetto, sceglie la foto più consona, procede stampandola sul supporto di tela, reintervenendo, successivamente, con colori acrilici, diverse resine sintetiche, matite, gesso, tubi di neon luminosi e, talvolta introducendo anche il linguaggio verbale. I suoi scatti sono filtrati dalla sua immaginazione, attimi di passaggio fermati prima di un montaggio, che cercano il “movimento”, superando così il distacco e la freddezza del puro responso fotografico. Qualsiasi oggetto, luogo o persona è godibile in quanto immagine multi evocativa: l’artista fonde abilmente arte e vita, percependo l’influenza fra uomo e tecnologia e riuscendo a coniugare armonicamente capacità naturali e casuali. Il riferimento alla pop-art è d’obbligo, con interessanti affinità alla pop inglese, più nostalgica e “poetica”, dove l’artista scorge nella realtà non solo il mero consumismo, ma “mitologie quotidiane”. Impronte, colori, materia, segni verbali, luci e  fotografia, lacche, resine ed odori di luoghi si amalgamano in una esauribile “fonte” a cui attinge Veturia, con la piena consapevolezza di una estrema libertà di sperimentare sempre nuove forme di comunicazione in una sorta di “mappa topografica  interiore”.

                                                                                                                   dott.ssa  Barbara Vincenzi

Quando l’intuizione sensibile affiora sulla soglia riflessiva dell’autocoscienza, le inquadrature visionarie di Veturia Manni divengono cartografie illustrate dell’emisfero interiore costellato di monadi minute della rappresentazione intimista, icone della dismessa epopea quotidiana assurta a subitanea  epifania trascendente intrisa di casualità. Se, seguendo Heidegger,  il senso dell’Essere è momentaneamente avvertibile nel solo istante del suo non nascondimento, lo scatto asciutto che immortala il frammento sensorio evanescente e fuggevole della realtà fenomenica, per farsi testimone muto di una appercezione profonda, deve subire la manipolazione invasiva di una corrente psichica complessa tradotta in eclettica commistione linguistica e tecnica. La sottile affabulazione di questa poesia visiva che mutua gli accenti scanzonati e irriverenti di una pop art attenuata nei suoi esiti più dissacratori, restituisce dignità di  materia prima alla sparsa fattualità oggettuale che punteggia l’esperienza empirica dell’avventura artistica,  quella straordinaria paccottiglia di  “buone cose di pessimo gusto”  manifesto anticelebrativo per eccellenza, che si fonda sull’esplorazione spregiudicata della scaturigine misteriosa che tiene assieme la scoria irrilevante e la sua magnificazione nella segreta necessità della dinamica universale, recuperando l’incantamento di una sensibilità crepuscolare che soggiace alla conoscenza più autentica delle cose. La facoltà immaginifica di Veturia, si depura di ridondanze segniche estetizzanti e interpolazioni eterogenee di materiali difformi nell’attraversamento dolente che approda alla diradata geometria delle recenti “garze”, monocromi brandelli sfibrati di lacerazioni ricomposte, pulsanti coaguli di macchie stinte di eiezioni emotive, in cui si cifra e si esaurisce il gesto compiuto di un vissuto risolto in cogente grafia simbolica di realtà, espressione privilegiata di una matura azione creatrice.

Maria Claudia Simotti


MOSTRE ed EVENTI

2005 "MAD" Italy

2006 World Trade Center Hon Kong

2010  "Scherzi di luce"

105 ART Gallery Roma Italy

"Femal power " Roma Italy

Palazzo Trotti- Ferrara Italy

"La bambolina l'aliena" Factory Italy

Museo D’arte Contemporanea Roccamonfina (CA) Italy

Biennale di Lecce-Italy-

Open Art- Roma- Sale del BramanteRoma Italy

Galleria Il Trittico Roma Italy



2011

Galleria san Giorgio- Bologna "Amore e Pisiche"

Galleria Wiki art- Bologna

Londra "Art in Mind" -Galleria Brick line

Museo Monreale "Premio Guglielmo II)

Castelli del Salento – Lecce Italy

"Florence week Design" Firenze Italy

“I luoghi Mitologici: Ulisse e la maga Circe” Italy



2012

Galleria Rosso Cinabro Roma Italy

Galleria Studio Logos Roma Italy

The good Freday- Ripa Roma Italy

Biennale Di Roma- Sale del Bramante-Roma Italy
 

ITERARTE Bologna Italy

“ViviVeturia Vivitela” Italy

Catalogo Internazionale d’arte Moderna

MOSTRE ed EVENTI Dal 2010
2010: Personale “SCHERZI DI LUCE” c/o Galleria 105 ART

          ROMA, Via di San Francesco a Ripa
2010: Collettiva "FEMALE POWER @LANIFICIO 159 Roma

2010: Collettiva con alcune opere all'interno della Mostra

         “CORPI di LUCE” a Cisterna a PALAZZO CAETANI.

2010: Personale “SCHERZI di LUCE” a Latina ,al Ristrò 55 la

          Maison de l'artist

2010: Collettiva a Ferrara , Palazzo  SALA BORGONUOVO , “ARTE & 

          Musica”

2010: Collettiva a Ferrara , Palazzo SALA BORGONUOVO,

          “Nove100duemila”

2010: Personale,  Latina, FACTORY, mostra fotografica: “La bambolina -l'aliena”

2010: Rivista  della Feder Critici :EIKON ARTE  n. 10 mese di Ottobre-

          Novembre  2010 cenni critici .Dott.ssa B. Vincenzi (presente in catalogo)

2010: Collettiva al MAGMA (CA) Museo d'Arte Contemporanea

2010: Biennale  Internazionale città di Lecce , segnalazione speciale (presente in catalogo)

2010: Rivista d'arte Boè  n.6 mese di Novembre Dicembre  2010 cenni critici

          Dino Marasà (presente in catalogo)

2011: Collettiva Open Art , Roma SALE DEL BRAMANTE (presente in catalogo)

2011: Rivista d'arte : Effetto Arte n. 2 mese di marzo -aprile (presente in catalogo)

2011: Collettiva presso galleria IL TRITTICO -Roma, per la selezione Biennale  Roma2012  (selezionata)

2011: Collettiva HOTEL BOHEMIA– Riccione -Expò San Valentino

2011: Collettiva Galleria SAN GIORGIO- Bologna "Amore e Pische"

2011:Collettiva Galleria WIKI ART- Bologna (presente stabilmente)

2011: Collettiva , Roma, galleria STUDIO LOGOS "Strabiliarti" curatore Arch M.Muciaccia , recensione critica Sig.ra  Maria Claudia Simotti.

2011: Collettiva "Art in Mind" -Londra- Galleria BRICK LANE (presente in catalogo)

2011: Collettiva "Premio Guglielmo II°"  CASTELLO Monreale

2011: Selezionata per la Biennale 2012 Roma

2011: Selezionata per premio : Fratelli d'Italia"Accademia Dioscuri PALAZZO BARBERINI

2011: Colletiva" Arte in passerella "Palermo .VILLA MALFITANO

2011. Biennale di Roma Piazza del Popolo “SALE DEL BRAMANTE

2012- Collettiva -Bologna - Associazione ITERARTE

2012- Personale Vivi Veturia Vivi tela

2012 :Pubblicazione su CATALOGO d’arte Moderna Internazionale