PAGINA DELL'ARTISTA GORAN WESTERHOLM

licca per ingrandire

Lago nel bosco in Finlandia Tramonto Bohuslan Svezia
   
   

 

Scuola d’arte Romppanen, Helsinki, Finlandia
Studi privati da Antoine Nacoutzi, Gothenburgo, Svezia
Studi privati da Jean Ullberg, Gothenburgo, Svezia
Le Sue opere si trovano:
Collezione d’arte, Città di Gothenburgo
Casa di Cultura, Västra Frölunda, Gothenburgo
Teatro di Västra Frölunda, Gothenburgo
Lions Club Gothenburgo
Collezione d’arte «La Boheme» Gothenburgo
Collezioni d’arte private in Svezia, Finlandia, Gran Bretagna ed Italia

Critica:
«L’esperienza della vita e i contrasti dei colori sono il fondo di tutta la sua arte e il suo modo di essere.
Il suo lavoro e lui stesso hanno lo splendore della sua onestà. Questo sveglia la curiosità e attrazione....»
Jean Ullberg, pittore e critico d’arte.

« Göran Westerholm è uno scrittore che col sentimento racconta il destino dagli uomini.
Ma quando cambia la macchina da scrivere con il pennello, dipinge solamente motivi di natura. Con lo stesso sentimento».
Soren Skarback
Giornalista - Storico - Critico d’arte
Detto alla inaugurazione del personale «pittura filosofica»
Galleria Centro Storico Firenze
video con intervento di prof. Vittorio Abrami clicca qui per vedere
«Si tratta di una pittura, non facile ma molto interessante.
Si conosce il famoso Swedenborg in cui Kant ha polemizzato.

Questo tipo di pittura è strettamente legato, anzitutto di questi moduli e la scuola nordica.
Una pittura importante, nuovo per la nostra sensibilità...
Questo fondo di continuo di scavo, non solo psicologico, ma direi ontologico.
Personalmente mi interessa, mi riguarda, mi colpisce e mi emoziona».
Prof. Vittori Abrami, critico d’arte


«C’è una ricchezza materica, e soprattutto lui mette in evidenza la natura, proprio nuda. Le marine, possiamo vedere i paesaggi, una delicatezza straordinaria. Questi colori bellissimi. C’è una delicatezza, una pulizia e una morbidezza nello stesso tempo. E poi, non solo, ha fatto un grande omaggio al grande musicista Beethoven, il pittore non poteva dimenticare questo grande musicista, realizzato molto bene.
Bisogna conoscere molto bene la materia per realizzare queste cose».
Prof. Bazzarri Elio, Storico d’arte


«Abbiamo contribuito di far conoscere quest’artista e soprattutto questo grande pensiero filosofico in qui quest’artista ha avuto coraggio di portarci a questa galleria, Centro Storico a Firenze».
Giovanni Mazzetti  Rettore di Accademia «Il Macchiavello» Firenze