PAGINA DELL'ARTISTA FABRIZIA TOCCHINI

licca per ingrandire

Riflesso di Superga Tempo di sogni
   
   

 

Sono nata a Torino il 25/04/1967, in una città che sento più mia di quanto forse non sia
Le mie origini spaziano dalla Toscana all'Alta Savoia...Senza terra né cielo definito

Sono cittadina del mondo e da questo mi faccio cullare...
Amo la vita e le sue emozioni, sono forse un po' ribelle e spesso sognatrice
Ho seguito molte strade apparentemente poco attinenti le une alle altre e oggi mi ritrovo ad inseguire ciò che per tutto questo tempo avevo accantonato
Una strada complicata e spesso non così scontata, la pittura, l'arte di  farsi comprendere dal mondo con un segno su una tela.

Non bastano a volte le capacità o le idee, spesso ci vuole anche un po' di fortuna che condisca il tutto...

Critica di Beppe Palomba


"Non possiamo che prendere atto del suo talento, della forza e insieme della delicatezza che promana dalle sue figure, dai segreti che spesso nascondono le sue immagini, dai racconti che compone sulla tela con la forza di una fantasia che sovrasta tutto, che si nutre di una tecnica avviata a piena maturità, dei sintomi di una passionalità pittorica che cova in ogni pennellata, in ogni tratto di questa creatrice di Sogni, di Chimere...."
"A prescindere dalla qualità pittorica, sempre egregia, quel che più mi intriga è la sua fantasia e creatività, frutto evidente di una acuta sensibilità e di una intelligenza audace, segno distintivo di un'Arte che nasce dall'anima e dall'ingegno prima che dalla tecnica e dal mestiere.

Quale che sia il soggetto, Fabrizia Tocchini se ne impossessa, lo smonta, lo esamina, lo analizza, se ne innamora, riamata, e lo fa suo con una partecipazione  assoluta, con un'adesione totale. Le viene facile, tanta è la linfa che la nutre, tanta è la voglia irrefrenabile di raccontare il suo mondo interiore.

Beppe Palomba

 

            “L’eccezione che conferma la regola: una pittrice efficace che non ha mai disegnato granchè! Occhio, è una rarità filtrata dal fatto che il suo disegnare è comunque istintivamente corretto  e non ha bisogno di troppi interventi del maestro anche se il disegno è, comunque e sempre, la madre di tutte le arti.

Una passione per la pittura nata di recente, eppure già mostre, concorsi, premi.

Si evidenzia anche una certa capacità  organizzativa  forse dettata da una grande voglia di fare e, giustamente, mostrare agli altri  i propri risultati e progressi.

Le siamo debitori della mostra a S. Giorgio, suo” habitat naturale”, spazio in cui si è mossa con grande sicurezza e disinvoltura anche grazie alla stima di cui già gode nei luoghi in cui vive abitualmente.

Vista la giovane età artistica riesce già a “districarsi” tra soggetti e atmosfere diverse con efficacia. Dobbiamo anche evidenziare una velocità di realizzazione che non penalizza i suoi risultati  che appaiono curati, mentre alcune immagini hanno un taglio particolarmente originale.”

Pippo Ciarlo