PAGINA DELL'ARTISTA FILIPPO CARLOMAGNO

-clicca per ingrandire

 Gente mia Fascino della mia terra
   
   

Filippo Carlomagno, giovane pittore Trecchinese, nasce il 29 Marzo 1994. Sempre affascinato dal disegno si avvicina all’arte “dei pennelli e delle tele” sin all’età dei 13 anni. Cresce come autodidatta orientandosi, sorretto da una naturale inclinazione, allo studio del vero, in rapporto diretto con una realtà ricca di umori e di passioni.

Il modo di concepire l’arte del giovane Filippo nasce dalla “schiribizza” o ispirazione che trae osservando, con occhi curiosi e incantati, i borghi e i paesaggi del suo paese e, ascoltando le storie dei nonni della “vecchia Trecchina”, il vecchio paese legato al duro lavoro agreste e alla semplicità delle persone che hanno vissuto quelle storie.

Le sciolte pennellate del pittore intersecandosi tra loro formano ricchi impasti di materia cromatica dalla quale emergono i particolari espressivi delle figure o dei soggetti delle sue nature morte o di una florida vegetazione del paesaggio. Le sue emozioni sono espresse con un’arte semplice fondata nella luce di una realtà cromatica viva ed espressiva, un’arte ispirata dalla poesia quotidiana offertagli dalla natura.

 

 CRITICA

le immagini nelle opere di Filippo Carlomagno parlano sopratutto di emozioni, più che di estetismo.

Partono dall’interno di sé e si sviluppano verso l’esterno. Audace inventiva e manualità di trascinante emotività. Il suo lessico è sicuramente di rilievo. Le sue opere suscitano sorpresa per la maestria con la quale sono realizzate vista la sua giovanissima età. I dipinti di Filippo trasmettono profondi messaggi che hanno preso forma emergendo da decisioni molto spesso intuitive.

La sua indagine artistica è molto ricercata. A caratterizzare le sue opere c’è un’estrema sintesi concettuale che rende Filippo uno dei massimi interpreti della pittura di indagine italiana.

Dottor Salvatore Russo