PAGINA DELL'ARTISTA NANDA RAGO

-clicca per ingrandire
Donne nella cava Nuove vite serene
 

Donne nella cava

 

Nanda Rago è nata a Milano, dove vive.

Laureata in Scienze Biologiche, ha frequentato Corsi di Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, ed è stata allieva del Maestro Nino Polenghi.Di lei hanno scritto numerosi Critici, tra cui:   Alessandro Costanza,Donat Conenna, Giorgio Falossi, B.Gauthron, Paolo Levi,Giuseppe Martucci, Mario Monteverdi, , Mario Portalupi, Conte Daniele Radini Tedeschi,Rolando Sensini,Sandro Serradifalco, Vittorio Sgarbi, ( progetto Porto Franco), Pasquale Solano, Giorgio Tarantino, Andrè Verdet, Dino Villani ecc..                                                                                                                                             Le sue Opere sono state pubblicate su vari Cataloghi e Libri d’Arte tra cui: Bolaffi, Comanducci,Donne di Quadri(Storia della Pittura Italiana vista attraverso l’Opera delle Pittrici)di Mario Monteverdi,  Enciclopedia “Arte Italiana per il mondo “ Vol.6°, Nuova Arte Mondadori 2006,2007, Grandi Maestri, Il Quadrato, Catalogo dell’Arte Moderna Mondadori n° 47, Manent “Libro d’oro  dell’Arte Contemporanea ed.La Rosa dei venti.Ha allestito molte Mostre Personali e partecipato a molte Mostre Collettive,e Concorsi, spesso Vincendo.

           Ha interrotto la sua attività per 20 anni, per motivi familiari,ed ha ripreso a dipingere nel 2005.

Nel 2006 ha dipinto la stanza dei cavalli dal titolo”Sogno di libertà” nell’ALEXANDER  MUSEUM  PALACE HOTEL DI PESARO,  (dove si trova pure nella Sala delle Esposizioni, il suo dipinto “Galoppo”  ) inaugurato il 28/6/2008.    www.alexandermuseum.it  

Nella sede della Fondazione BRUNO BUOZZI di ROMA si trova il suo dipinto dal titolo” BRUNO BUOZZI” 

Dal 14 al 22/9/2012 ha esposto nel Museo di Chianciano Terme

Dal 22 al 25/11/2012 ha esposto a Lugano Salone Svizzero dell’Artigianato di pregio “Swiss in Art “

Dal 5 al 14/4/2014  Mostra Collettiva Palazzo Pontificio Maffei Marescotti

Ha partecipato nel 2014 al Concorso Biennale Internazionale su Fb curato da Giorgio Grasso :  18.000 partecipanti, 15 Categorie, risultando prima in Classifica nella Categoria” Figurativo – Verismo

Le sue Opere  “ Donne nella cava” e “ Indecisione” sono state esposte dal 2/5/2015 al 31/10/2015 nella Centrale Idroelettrica “ Taccani” di Trezzo sull’ Adda ( Mi )socio Expo 2015.

Le sue  Opere  “ Piccola cuoca “ e “ Amore di mamma” ,partecipanti al Concorso Artistico  Qualitaly CCUP-Expo2015 –Le qualità della Cina- sono state esposte fino al 31 Ottobre nel Padiglione della Cina dell’Expo  dove i visitatori potevano votare, il loro voto contava per il 20% , l’80% una Giuria Internazionale.L’Opera “ “Amore di mamma” è stata tra i vincitori ,ed  al termine dell’Expo partirà per una Mostra in Cina dove resterà per tutto il 2016.              

Hanno detto di lei

Di lei hanno scritto numerosi critici, tra cui: Angela Aquilini, Maria Rosaria Belgiovine,

Ugo Celli , Lia Ciatto, Donat Conenna, Alessandro Costanza, Flavio De Gregorio, B.Gauthron, Paolo Levi,  Giuseppe Martucci,  Paolo Montanari,  Mario Monteverdi,  Antonio Oberti, Mario Portalupi, Conte Daniele Radini Tedeschi,  Salvatore Russo,

 Sandro Serradifalco, Vittorio Sgarbi, Pasquale Solano, Giorgio Tarantino,

 Maria Grazia Todaro, Valerio Critico d’Arte, Andrè Verdet,  Dino Villani , ecc……..

  …….Frammenti di quotidianità sospesi in una dimensione di intenso lirismo soddisfano completamente ogni bisogno espressivo  dell’autrice.Trovo quest’ultimo aspetto, per quanto riguarda la Rago, il più accativante di tutti.

VITTORIO SGARBI  (Portofranco Palermo Luglio 2014)

….Un artista Nanda Rago, che coniuga in modo eccelso, un itinerario completo,un percorso di vita,un attimo che sa di rimanere immortalato e che non vuole svanire, bensi’

rivivere in ogni cuore e nella vita di chi ha la fortuna di poter carpire questi prestigiosi messaggi di assoluta nobiltà, di maestria tecnica e d’animo.

ALESSANDRO COSTANZA  (Progetto Arte 2014)

 “Siamo di fronte ad una pittura dai motivi esotici ed estrosi,ricca di suggerimenti e di

preziose scene di vita,presentate con uno stile pulito e un bel disegno...”

Paolo Levi (nuova Arte 2006)

“Tutte le opere di questa sensibile pittrice, si reggono sull'abilità tecnica -corretta

osservanza delle regole prospettiche e tonali-acquisita con una lunga carriera

professionale.”

Paolo Levi (nuova Arte 2007)

“L'Artista è animalista appassionata e di qualità,disegnatrice e coloritrice abile dei suoi

cani, gatti, cavalli...”Commento alla prima Mostra Personale in cui tutte le Opere riguardavano  animali cani, gatti cavalli,farfalle.

Mario Portalupi

“….il risultato è chiaramente leggibile nella maturità linguistica delle opere,stilizzate

in un equilibrio formale e plastico,vivificato dalla squillante nota cromatica.”

Mario Monteverdi (Vol.2 di Donne di Quadri :Storia della Pittura Italiana vista attraverso

l'Opera delle Pittrici.)

“...con voluta semplicità nei colori,l'Autrice accampa una visione teatrale alle frontiere del

sogno e del surreale...”

Andrè Verdet (In riferimento al Murale Evanescenza di Cala'mpiso.)

“...dipinge con amore e lavora con i colori come il poeta con le parole...”

Antonio Oberti

“La sua pittura è certamente moderna per la trasfigurazione operata nel passaggio dalla

realtà-modello alla tela:una notevole carica di sensibilità,un processo di catarsi

cronologica nel figurativo...”

Lia Ciatto

“...una pittura felicemente espressa e intessuta sulle memorie di impressioni

intensamente e intimamente vissute.Una pittura che eprime padronanza di

mestiere,varietà di temi,suggestività strutturale e cromatica...”

Rolando Sensini

“...forse sono i tipi che l'Artista ha saputo cogliere durante i suoi viaggi in Oriente, cosi' vivi

di colore e cosi' carichi di connotati fisici e spirituali,che scoprono meglio il piccolo o

grande romanzo della loro esistenza...”   DINO VILLANI

“…..Con questo bagaglio,Rago si allontana dal condizionamento della forma mentis accademica grazie ad un “vaccino”, un reagente psichico che ,per fortuna, l’accompagna e che la porta a considerare l’immagine vista, non come momento ideale di bellezza, ma come perimetro contestuale di tutti i valori storici e geografici.

E soprattutto umani.”

Donat Conenna

“......L’Artista Nanda Rago  si contraddistingue per una figurazione che va oltre la banalità della pura e semplice figurazione Accademica.

.La ricerca e l’indagine diventano l’iter pittorico-narrativo dell’Artista. Un’indagine che ha come fine ultimo quello di esplorare i luoghi celati dalla dimenticanza” terrena”.Un’indagine che, diventata razionale,scruta il Mondo e lo riporta su tela.

Una tela che da perfetta” tabula rasa” si trasforma in linguaggio espressivo.La cromia si fa carico di luci e di ombre.”

Salvatore Russo

Una tavolozza intensa scompone le frasi della sua poetica,con la straordinaria capacità  di avvolgere l’Opera con la colorazione omogenea,riassumendo il fulcro

della sua creatività.

Mariarosaria Belgiovine

Le sue opere,i suoi ritratti,i paesaggi sono sereni,dipinti con bravura ma anche con gioia,e gioia in questo caso significa poesia,sensibilità,partecipazione.Nanda Rago riesce continuamente ad ottenere grandi effetti di luminosità e di suggestiva resa cromatica,riconduce l’immagine alla sua entità essenziale,concentrando tutta la sua attenzione sul lato  emotivo e interiore del personaggio preso in esame.

Anna Grossi

“ L’abile ed esperta mano dell’Artista Nanda Rago,unita ad un felice senso dello spazio e dell’inquadratura,rende le tele luoghi di eventi accaduti o che stanno per accadere,spazi ideali

dove la drammaturgia del quotidiano,pur se lontano,appare nella

sua bruciante verità.

Una sorta di alchimia della pittura e del colore invita a procedere altrove,oltre i limiti del quadro,evocando visioni che si diramano ed espandono per poi aggrapparsi all’humus della vita.”

 ANGELA  AQUILINI

 Nanda Rago  presenta “ Galoppo”olio su tela .Natura realtà visiva e dinamismo caratterizzano il suo iter artistico .

 Critica fatta in occasione della Inaugurazione della Mostra a Pesaro

Alexander Museum Palace Art Expo 2014

 PAOLO MONTANARI   Critico d’Arte e Cinematografic

 “L’Artista attraverso un linguaggio piano e figurativo,conferma col suo estro e col suo vivace talento espressivo, una padronanza del mezzo ed una fertilità inventiva molto preziosa. Ogni sua figura è un personaggio,con un anima,un’interiorità,un cuore palpitante ed un vitalismo umanissimo. E’ giusto collocarla tra i grandi figurativi del nostro tempo. Conte Daniele Radini Tedeschi (Manent Libro d’oro dell’Arte Contemporanea)

 

 Critica per l’Opera “ Donne nella cava “

Ottima fusione di colori,non invade e né stanca la veduta.Una ottima tecnica e mano

Pittorica,si nota la cura nelle figure,profondità,ombreggiature….Bravissima anche ad imporre la posizione dei soggetti.    Valerio Critico D’Arte

 

Critica per l’Opera “ Nuove vite serene”

Eccoci, intenerire il cuore con dolcezza, semplicità dei colori che nell’insieme coinvolge

Un racconto vecchio quanto il mondo.

Si riconosce nel lavoro l’Opera dell’Artista,le pennellate intercapedinate all’ interno del

Cosmo, esplodono colori tenui, ma nello stesso istante potenti e forti prodotti dal soggetto della creazione e dell’origine del mondo.

Mi ha colpito molto la posizione di ogni soggetto, ben studiata, semplice e resa naturale su

Un fondo di u visivona potente eruzione inserita con grande coraggio,non invade quello che deve far sentire dentro.    Valerio Critico D’Arte

 

I dipinti di Nanda Rago sono caratterizzati dalla eccezionale capacità di creare un notevole effetto visivo di incanto e grazia.La luce si sa,crea ombra ma nel senso piu’ ampio,questa

affermazione per le Opere dell’Artista è una linea invisibile che attraversa le sue tele Luce e ombra sono i principi fondamentali per creare immagini eleganti. E la sua Arte, in particolare è la percezione dell’armonia e l’interpretazione delle immagini. E’ il suo fascinoso legame con la natura dove l’uomo e gli animali continuano ad essere una fonte ricorrente di ispirazione. ……

Maria Grazia Todaro

 Critica per l’Opera “Donne nella cava”    PASQUALE SOLANO

 

I contrasti sono ottimi e magistralmente definiti quanto interpretati, mentre le tonalità appaiono in un ben riuscito sodalizio cromatico, con eccellenti rapporti di colore, ben equilibrati e saturi di una fine ed elegante corposità. Il messaggio è ben definito e tende ad innalzare l’universo femminile, non tanto nella laboriosità, quanto nella fondamentale presenza. Nel nostro caso, la donna è anche produzione, lavoro, quindi indispensabile alle attività umane.Impariamo da loro e soprattutto rispettiamole! PASQUALE SOLANO

I dipinti creati dalla brava pittrice Rago Nanda,esplorano,grazie ad una fattiva ricerca, il

fantastico mondo dell’apparenza in un poetico riordino essenziale dei principi umani che

per mezzo di una preziosa qualità grafica, nel nitido decoro tonale, vengono ad essere

affermati con successo i principali sillogismi figurativi idonei sostanzialmente a rinvigorire la raffigurazione concreta e dinamica dell’artista,in un moto soave e pieno di libertà d’azione

FLAVIO DE GREGORIO

 

LA CRITICA:

Giudizio critico sull’artista Nanda Rago

A cura del Dr. Alessandro Costanza

Nanda Rago, espressione sublime del colore e della visione completa del divenire poesia.

Nelle Sue opere, generalmente olii su tela ed a volte realizzate con altri materiali quali pastelli colorati e tecniche varie, ammiriamo una forte carica espressiva ricorrente in tutti i Suoi soggetti, spesso donne e uomini appartenenti ad altre culture quali ad esempio l’India e la Thailandia.

Un artista che sa oltrepassare la barriera dello spazio e del tempo, attraverso forme e colori che da un punto di vista riproducono fedelmente delle realtà quotidiane, delle emozioni, delle sensazioni, dei sentimenti profondi, e da altri formano il baricentro verso un espressione del tutto nuova dai tratti a volte plastici a volte altamente figurativi.

Ci troviamo davanti ad un artista che ha alle spalle delle esperienze pittoriche complete che sanno proporzionare l’ anatomia umana seguendo i canoni greci romani, al contempo figure vere, vive, attive nei loro intenti.

Nanda Rago nella Sua intensa ricerca, elimina il classicismo accademico spesso emerso in varie opere, per dare vita ad una tecnica personale data da una mano che magistralmente dona pennellate morbide e ben equilibrate sul piano pittorico, creando così l’ atmosfera giusta di un dolce visualizzare gli avvenimenti vissuti e da vivere.

Nella superficie pittorica, troviamo non più colori, bensì circostanze quotidiane che si muovono, respirano, interagiscono tra loro e con lo spettatore che si ferma ad ammirarle.

Non parliamo quindi di “opere pittoriche” ma di “pittorica vitalità emozionale” che coinvolge non solo chi sofferma lo sguardo sul dipinto, ma anche l’aria stessa che si interpone tra l’opera d’arte e chi la focalizza.

Un coinvolgimento assoluto viene riscontrato in questi veri capolavori classificabili tra il nuovo classicismo plastico ed un iperrealismo che supera ogni meraviglia emozionale immaginabile.

Uomini, donne, e culture, epoche ormai passate ed avvenimenti attuali, ramificano sentieri di assoluta sobrietà stilistica e poetica.

Un artista, Nanda Rago, che coniuga in modo eccelso un itinerario completo, un percorso di vita, un attimo che sa di rimanere immortalato e che non vuole svanire, bensì rivivere in ogni cuore e nella vista di chi ha la fortuna di poter carpire questi prestigiosi messaggi di assoluta nobiltà di maestria tecnica e d’animo.

Elegante, raffinata, poetica visiva ed introspettiva, riesce non solo ad emozionare, ma ad introdurre nell’opera la vita sua e la quotidianità di chi la osserva. Eccellente tavolozza ricca di sfumature di blu e rosso cadmio dalla tonalità accesa e ben equilibrata.

Le Sue Opere ed il confronto delle stesse con le Opere dei GRANDI MAESTRI DELLA STORIA DELL’ARTE, sono consultabili nella monografia

 “ PROGETTO ARTE 2014 NANDA RAGO”

Dr. Alessandro Costanza  - Critico e Storico dell’arte